Blog

Fasce orarie Enel

By 30 Gennaio 2019 No Comments

Il problema relativo alla comprensione delle fasce orarie Enel è talvolta complesso; chiedendo informazioni alla società energetica, molto spesso ci vengono fornite risposte non del tutto esaustive e a tratti contradditorie e poco chiare. Per fare chiarezza sul tema è dunque indispensabile esaminare nel merito il costo del servizio elettrico, ed in particolare le tariffe Enel, relative al costo kwh Enel, in riferimento alla fasce orarie di energia. Prima di entrare nel merito dell’approfondimento dell’argomento relativo al costo dell’energia elettrica Enel e delle fasce Enel, è bene precisare di quanto sia importante decifrare e comprendere al meglio, tutti i numeri che troveremo nel display del nostro contatore. Le tariffe Enel servizio elettrico, variano in base alle diverse tipologie di contratto e a ovviamente in base a quella che sarà la potenza erogata, prevista dallo stesso contratto. Generalmente, a prescindere dai differenzi contratti e servizi di fornitura, quali ad esempio Enel energia o Enel, la tariffa relativa al costo kwh, è composta da: un importo fisso annuo, ovvero una quota fissa annua, addebitata in quote mensili; un importo fisso annuo relativo alla potenza, che varierà in riferimento alla potenza prevista dal contratto, anch’esso addebitato in quote mensili, in termini di Euro/Kw; infine da un importo per ogni kwatt hora di energia elettrica consumato: trattasi sostanzialmente della quota di energia che renderà più o meno onerosa la bolletta, e che andrà stimata rispettivamente in Euro/ Kwh. Per quanto attiene le fasce orarie, il momento della giornata più economico per l’erogazione dell’energia, è rappresentato dalla fascia oraria F3, che coincide con gli orari notturni, nonché con i giorni festivi. Vi sono poi rispettivamente la Fascia F2 (dalle 7 alle 8 del mattino e dalle 19 alle 23 della sera, dal lunedì al venerdì e il sabato durante il corso di tutta la giornata) e la Fascia F1, ovvero quando l’energia elettrica costerà maggiormente. Le ore di punta della fascia F1, andranno dalle ore 8 del mattino alle ore 19 della sera, nei giorni dal lunedì al venerdì.

Tariffe Enel per il servizio elettrico

Chi vuole risparmiare sull’energia elettrica, oltre a considerare le fasce orarie, dovrà necessariamente utilizzare gli elettrodomestici più energivori, nelle fasce orarie di risparmio F3; tendenzialmente gli elettrodomestici più energivori sono la lavatrice, la lavastoviglie e il ferro da stiro. Il calcolo del costo dell’energia elettrica, è un procedimento abbastanza macchinoso; l’aumento in bolletta non tiene conto solamente dei maggiori consumi dell’utente, ma anche delle tariffe più care, quando si supererà una certa soglia di Kilowatt ora, prelevati dalla rete. Nelle tariffe Enel possiamo complessivamente schematizzare una parte fissa, rispettivamente legata alla diverse fasce orarie, e una parte variabile, legata invece ai consumi. Il costo dell’energia elettrica, aumenterà per coloro i quali avranno un contratto Enel che prevederà una potenza oltre i 3 Kilowatt; in tal caso andranno ad aumentare tutte le quote fisse e il prezzo di ogni kw/h, che andrà da un minimo di 0,102612, ad un massimo di 0,202232. Ovviamente stiamo sempre parlando di un costo netto, privo di applicazione di Iva e di accise.

Contattaci per ulteriori informazioni

Chiama ora!