Blog

Atlante eolico: conoscere le mappe dei venti per scegliere consapevolmente il fotovoltaico

By 5 Agosto 2019 No Comments

Cos’è l’atlante eolico e come leggere le zone di ventosità dell’Italia? Quali sono le aree con la maggior presenza di vento e dunque le più adatte all’installazione di impianti eolici? In questo articolo troverete un’analisi della situazione degli impianti eolici nella nostra Penisola.

Cos’è l’atlante eolico?

L’atlante eolico viene utilizzato al fine di individuare tutte le zone caratterizzate da una maggiore ventosità in modo da installare in queste aree gli impianti eolici. In particolare viene rilevata la velocità media annua del vento nei vari luoghi del nostro Paese fino a 40 km dalla costa. Si tratta essenzialmente di 4 diverse mappe rappresentate tutte su sfondo cartografico nella scala 1:750.000 rispettivamente a 25, 50, 75 e 100 metri sul livello del terreno. Queste carte dei venti, che sono descritte con una scala a 9 colori,  sono ottenute estrapolando i dati di ventosità per le zone geografiche d’Italia e per le altitudini per le quali non vi erano dati anemometrici.

La mappa dei venti in Italia

La quantità di vento non dipende solamente dalle condizioni meteorologiche, ma anche dalle caratteristiche del territorio. In Italia, ad esempio, si ha un’orografia molto complessa e disomogenea. Analizzando con attenzione i dati ottenuti dall’atlante eolico per ciò che concerne la mappa dei venti emerge come le aree maggiormente ventose – e dunque più interessanti dal punto di vista dell’installazione di impianti eolici – siano concentrate nel Centro-Sud e nelle Isole Maggiori (Sardegna e Sicilia). Viceversa nel Nord Italia, salvo rare eccezioni, vi è una scarsità di vento tranne che in montagna, ma a quote relativamente elevate e dunque difficilmente raggiungibili.

Gli impianti eolici in Italia

Secondo gli ultimi dati rilevati gli impianti eolici in Italia si attestano in poco più di 10 GW di potenza. Per quanto riguarda la distribuzione, la maggior parte delle risorse (circa il 91%) è presente nelle sei regioni meridionali che hanno tutte oltre 1 GW di potenza ciascuna. Discorso a parte riguarda la Puglia, che arriva a produrre da sola ben 2.5 GW. Ad inizio del 2019 gli impianti eolici in Italia erano 5645 per quasi 7000 aerogeneratori di varie taglie di potenza.  Quelli più produttivi – ovvero sopra i 10 MW – sono 313, mentre il numero più rilevante si ha per gli impianti con classe di potenza che va da 20 a 200 KW (circa 3956). Il maggior quantitativo si trova in Basilicata, mentre la regione più produttiva – come detto – è la Puglia (24.8% del totale).

Chiama ora!